luoghi

Marina di Camerota

rinomatissima località turistica balneare, per la qualità indiscutibile delle acque, per il naturale contesto in cui è circondata, essendo essa immersa tra le colline cilentane ricche della tipica macchia mediterranea.

I suoi 23 km di costa variegata in cui si alternano spiagge e coste frastagliate, offrono al visitatore luoghi straordinari.

Il mare e senz’altro la risorsa primaria della città.

Soprannominata “La Perla del Cilento” è compresa nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo Diano, patrimonio dell’Unesco, ovvero “patrimonio mondiale dell’umanità e riserva della biosfera”.

Con le sue spiagge importanti e famose, ogni anno la popolazione aumenta in numeri esponenziali, facendo del piccolo centro salernitano, luogo ideale per trascorrere le vacanze famiglia.

Meta presa di mira soprattutto dal mercato straniero, poichè vanta di fama mondiale e di innumerevoli opinioni positive sulla gente del luogo: calda, accogliente, disponibile.

Marina di Camerota, “Perla del Cilento”, assolutamente da visitare, anche nella sua piccola cittadina ricca di negozi tipici d’artigianato, oggettistica e articoli da regalo, bomboniere e porcellana.

Come arrivaci

Approssimativamente Marina di Camerota dista:

891 km stradali da Genova

963 km da Milano

920 km da Venezia

396 km da Roma

190 km da Napoli

122 km dal Casello A1 Battipaglia/Eboli

75 km dal Casello A3 Buonabitacolo.

Raggiungere Marina di Camerota in auto

Da Nord, in auto, bisogna prendere la A1 “Autosole”, immettersi sulla A3 Salerno/Reggio Calabria ed uscire al Casello Battipaglia/Eboli, proseguire sulla SS18 per Agropoli, prima, e sulla Variante SS18, poi, arrivati a Futani prendere la SS 447 e la SS 447, prima e la SS 562, poi, seguendo le indicazioni per Marina di Camerota.

Da Sud, in auto, bisogna prendere

la A3 Reggio Calabria/Salerno ed uscire al

Casello Buonabitacolo, proseguire sulla SS517 “Bussentina” per Policastro Bussentino, dove, prima del termine svoltare a destra seguendo le indicazioni per Marina di Camerota.

In treno…

sulla linea Salerno/Reggio Calabria

scendere alla Stazione Trenitalia di Pisciotta/Palinuro

e proseguire, poi per Marina di Camerota.

Il Cilento ed il Parco Nazionale

Il Cilento è una subregione montuosa della Campania che si protende come una penisola tra i golfi di Salerno e di Policastro, nella zona meridionale della regione.
La zona è limitata a nord dalla catena dei monti Alburni e ad est dal Vallo di Diano. Se ne fa derivare il nome da cis Alentum (al di qua dell’Alento), quantunque il fiume non ne segni più il confine.
Dal 1991, in seguito all’istituzione del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano, gran parte del territorio del Cilento è protetto.
Rientrano nell’area protetta circa 181.000 ettari di territorio,
8 comunità montane ed 80 comuni.
La sede istituzionale dell’ente parco è situata nel centro più importante dell’area, Vallo della Lucania.

Il Parco si estende dalla costa tirrenica fino ai piedi dell’appennino campano – lucano, comprendendo le cime degli Alburni, del Cervati e del Gelbison, nonché i contrafforti costieri del M. Bulgheria e del M. Stella, mostrando più di ogni altro una forte peculiarità, derivante dall’estrema ampiezza ed eterogeneità del territorio da esso coperto. Di conseguenza fortemente caratterizzate da altrettanta eterogeneità anche le caratteristiche ecologiche del territorio, con la presenza di ambienti praticamente inalterati che si alternano alle aree fortemente modificate di centri urbani e di valli densamente popolate.